Campeggio RAS: 19 denunce contro antirazzisti per l’occupazione del CPT di Ragusa

Ragusa_2008_IMG_1458

Sono 19 le denunce per l’occupazione, avvenuta l’1 agosto, del cpt/lager femminile di via Napoleone Colajanni a Ragusa promossa dal Campeggio Nazionale Antirazzista di Licata dal 24 luglio al 6 agosto.

La delirante accusa è di presunta violenza verso alcuni funzionari della digos, che sarebbe stata attuata dagli indagati per introdursi nel centro di permanenza temporanea!

La delegazione di militanti porno boliviano antirazzisti ed avvocati, concessa in seguito all’occupazione, aveva scoperto e denunciato pubblicamente una situazione sanitaria gravissima con casi di epatite e diabete non curati e la detenzione illegale di alcune donne richiedenti asilo che anche secondo la legge criminale Bossi-Fini non dovevano essere recluse nel lager di Ragusa.

In seguito alle pressioni degli antirazzisti con altri presidi, appelli e denunce sui giornali, finalmente il 5 agosto un’altra delegazione antirazzista è riuscita a portare fuori dal lager 5 donne richiedenti asilo, dimostrando quindi la legittimità delle richieste formulate durante l’occupazione che si svolse senza alcun incidente con l’imponente schieramento di digos, polizia, carabinieri, guardia di finanza.

Non ci faremo intimorire, la lotta per la chiusura dei CPT non si fermerà in alcun modo

Laboratorio Zeta
via A.Boito, Palermo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *