Come pulire la cantina

La cantina nasce come il posto dove conservare  il vino o altri prodotti utili per cucinare vista la presenza del fresco, che permette anche di mantenere certi prodotti nel miglior modo possibile. Ma oggi  ormai molte cantine sono luoghi dove vengono ammassate tutte le cianfrusaglie che non servono più e quando decidiamo di pulirla è così in disordine che molti decidono addirittura di rivolgersi ad una impresa di pulizie per fare il grosso del lavoro.

Per i più temerari c’è anche la possibilità di armarsi di pazienza e dei materiali giusti e cominciare da subito a pulire a fondo la cantina.

Come procedere alla pulizia passo dopo passo

La prima cosa da fare quando si vuole pulire la cantina è quella di preparare tutti i detersivi disponibili e tutti gli stracci necessari, inoltre è molto importante munirsi di diversi guanti e di vestiti comodi ed iniziare a svuotare il locale portando fuori tutti gli oggetti, buttando via tutto quello che ritenete inutile, mettendo da parte quello che poi va rimesso dentro, stando attenti ad eventuali problemi presenti all’interno della dell’ambiente come dei nidi d’insetti.

Risulta molto importante pulire con cura le scaffalature che trovate all’interno della cantina, facendo attenzione a quelle parti dove si può trovare della ruggine ed è  quindi consigliabile usare detersivi che sgrassano a fondo e strofinare con veemenza.

Dopo aver pulito e tolto gli scaffali della cantina, si passa a pulire il pavimento, che sarà reso più sporco da quello che avrete trovato sugli scaffali e quindi dovrete fare più di una passata.

La prima cosa da fare con il pavimento è quella di togliere con la scopa  le eventuali ragnatele che trovate negli angoli e poi passare al lavaggio usando un detersivo che abbia un forte profumo, in modo da contrastare l’odore di chiuso. Dopo aver fatto asciugare bene il pavimento chi vuole può fare un’altra passata con la lucidatrice.

Concluso di pulire il pavimento è il momento di rimettere dentro  gli scaffali e tutte le cose che avete tolto dalla cantina, cercando di trovare più spazio possibile organizzando una nuova disposizione che possa servire anche per l’inserimento di altri oggetti in futuro.

Per evitare di fare una pulizia che vi porti via tutta la giornata il consiglio è quello di fare una pulizia accurata della vostra cantina almeno ogni due mesi e di mettere dentro solo le cose indispensabili, evitando così il caos totale ogni volta che entrate dentro.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi