Scontrini, brochure, involucri: come riciclare la carta

Carta, cartone e cartoncino si possono riciclare una volta che hanno esaurito la propria funzione. Appositi macchinari macerano questi elementi dopo averli raccolti tramite la raccolta differenziata.

Si crea così una  pasta omogenea con la quale si possono produrre di nuovo materiali cellulosici. Il riutilizzo di questo materiali non solo risparmia la distruzione di alberi e preserva l'ambiente, dato il minor bisogno di cellulosa nuova, ma serve anche a pulire le strade dove vi saranno meno sacchi in attesa del ritiro e le discariche saranno meno piene. Il riciclo è un vantaggio per tutti: un piccolissimo sforzo con degli enormi vantaggi.

Il ciclo della carta

Per comprendere meglio il ciclo della carta e del cartone seguiamo il percorso di una scatola di cartone ad esempio. Essa, dopo aver svolto la sua funzione, viene messa nelle apposite campane a disposizione dei cittadini. Confluita insieme a tutte le altre scatole e tutto il materiale cellulosico di scarto, tutta insieme diventa carta da macero.  La carta da macero composta da imballaggi in carta, cartone, giornali etc.. viene sottoposta a un processo di selezione per renderla meglio utilizzabile. Le “piattaforme di selezione” sono impianti dove si eliminano i materiali che non sono cartacei. I materiali così selezionati vengono pressati in grandi balle. Poi c'è la fase dello spappolamento:  i maceri vengono gettati in una vasca piena d’acqua chiamato  “pulper” ossia “spappolatore” che ha la funzione di separare fra loro le fibre. Sul fondo dalla vasca del pulper potenti pale rotanti creano un moto vorticoso che provoca lo sfaldamento del materiale cartaceo introdotto, riducendolo in fibre elementari. Il prodotto finale subisce nuove lavorazioni volte a formare fibre più resistenti. A questo punto si crea il nuovo soggetto di spessore e resistenza desiderata.

Cicli…e ricicli…

Nascono così imballaggi, giornali, libri e tanti altri prodotti cartacei. E il ciclo si ripete: quando non saranno più utili verranno reimmessi nel ciclo, raccolti, consegnati alle piattaforme di selezione dove avverrà la cernita, ridotti in balle e nuovamente affidati alle cartiere e successivamente agli impianti cartotecnici, che li trasformeranno rispettivamente in nuova carta, cartoncino e cartone e successivamente in imballaggi cellulosici, in fogli di carta, in sacchetti di carta, ecc. E così avanti, praticamente all'infinito. Uno dei vantaggi della cellulosa è appunto la possibilità di essere riutilizzata moltissimo e mantenere sempre un'ottima qualità.

Le aziende di smaltimento rifiuti Roma sono tante, ma la raccolta confluisce tutta nei centri di smaltimento e riciclo.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi