In che modo si posa un piatto doccia? Diamo uno sguardo d’insieme.

Avere un box doccia e relativo piatto nel proprio bagno di Torino non significa avere la certezza assoluta che quest’ultimo durerà per sempre.

Può sempre succedere che il piatto si  danneggi in modo maggiore o minore, logicamente perché questo elemento subisca danni deve scontrarsi con qualcosa di ben più pesante dei comuni elementi che vengono usati per farsi una doccia.
Ad ogni modo, quale che sia il motivo sarebbe opportuno effettuarne una sostituzione, non solo per pure questioni d’estetica, ma anche e soprattutto per la nostra sicurezza fisica, non è così improbabile che un piatto doccia scheggiato possa procurarci tagli alle estremità.

Per non parlare di possibili perdite d’acqua dal piatto doccia che andrebbero alla lunga a rovinare la pavimentazione attorno al nostro box doccia.Analizzando questi ed altri fatti sarebbe bene prendere in considerazione l’idea di sostituirlo per evitare ulteriori problemi.Bisogna sottolineare per logica che, tutte le azioni successivamente elencate, vanno intraprese prima che le componenti del box per la doccia per il nostro bagno nella casa a Torino vengano acquistati e poi piazzato.

Rimuovere e piazzare il piatto doccia 

Dato che per piazzare un nuovo piatto doccia bisognerà demolire il vecchio, sarà decisamente opportuno prendere delle ovvie precauzioni, sia per proteggere gli altri elementi del bagno che le tubature, tipo il sifone.
Comunque se si considera che il motivo per cui si intraprende tale azione è proprio il piatto doccia rotto, una ulteriore rottura non dovrebbe essere un’opera eccessivamente impegnativa.

Effettuata la demolizione del vecchio piatto doccia bisognerà pulire accuratamente l’area su cui si è lavorato, per togliere eventuali detriti e piazzare correttamente il nuovo piatto.
Bisogna verificare che per qualche motivo questo non abbia pendenze o dislivelli, e per effettuare tale operazione con precisione  è necessaria una livella.  

L’ovvia fase successiva è piazzare il piatto doccia nuovo, che deve essere stato accuratamente misurato per assicurarsi che possa ad andare a rimpiazzare quello vecchio senza problematiche.Questa può essere una cosa scontata da dire, ma la prudenza non è mai troppa.

Mettiamo quindi il nostro nuovo piatto doccia nello spazio apposito, sigilliamo i lati di questo con gesso o malta di cemento, e facendo attenzione al sifone.
Dopo di ciò si aspetta come minimo due giorni (48 ore) perché il tutto faccia bene presa, poi si sistema lo scarico e la griglia che fa scorrere l’acqua.
Il tutto però non porta ancora fine al nostro lavoro, sarebbe opportuna usare il silicone per chiudere tutto attorno alla base del piatto doccia, sempre per evitare delle perdite d’acqua. Questa operazione impedirà anche l’insorgere di muffa. Piazzare poi il box doccia nel nostro bagno di Torino.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi